Come rendere meno noioso il giorno di San Valentino

Come ci teneva a rammentarmi il doodle di Google stamani, oggi è San Valentino.
A causa del mio anticonformismo imprescindibile, negli anni mi sono sempre scagliata contro questa festa smielata.

Ciò che non mi va giù è che, in un giorno specifico, si debba pretendere il rinverdimento di un sentimento come l’amore, ammettendo così implicitamente che il resto dell’anno la relazione di coppia è vissuta sottotono. *Ragazzina ingenua e romantica mode off*

E poi un bel giorno ho trovato dei modi per rendere questa giornata un po’ più interessante.

Perché regalare cioccolatini solo al vostro ragazzo quando potete aumentare la serotonina anche degli altri vostri conoscenti?
Quando ero al liceo, ogni 14 febbraio distribuivo ai miei compagni un Bacio Perugina ciascuno. Poi ho continuato questa pratica distribuendo cioccolatini agli amici che incontravo il 14 febbraio.

Ciò che in un primo momento non sapevo è che in Giappone distribuire cioccolatini a destra e a manca è la norma.
Infatti il 14 febbraio le ragazze (badate bene, si distingue il genere e più sotto capirete perché) distribuiscono 3 set diversi di cioccolatini.
San Valentino in Giappone
義理チョコ (Giri choko): Cioccolatini dovuti, non sono molto elaborati e vengono regalati ai colleghi, ai capi (come volete chiamare le figure più in alto nella gerarchia dell’azienda) e in generale agli uomini che si conoscono.
友チョコ (Tomo choko): Cioccolatini riservati alle amiche e, volendo, agli amici (sono più sentiti dei giri).
本命チョコ (Honmei choko): “Cioccolatini del favorito”, vengono regalati al ragazzo che piace e sono i più elaborati nella presentazione.

Insomma, con questa scusa le giapponesi danno regali un po’ a tutti e hanno la possibilità di consegnare quasi con non chalance l’honmei choko.

La risposta dei ragazzi arriva un mese dopo (il 14 marzo): ホワイトデー (White day) è la festa in cui i maschi regalano cioccolato bianco alle ragazze; è buona educazione sdebitarsi con quelle che hanno regalato il giri, e far capire se si ricambia a quelle che hanno regalato l’honmei. Avete capito? Se vi dichiarate a San Valentino aspettate un mese la risposta dell’altro. XD

Pensavate che i giapponesi fossero contorti? Ma non conoscete le celebrazioni della Corea del Sud! Costoro hanno inventato una festa per ogni 14 del mese. Eccole qui:
14 gennaio: Diary day / Candle day
Le coppie si regalano diari o agende nuovi di zecca dove vengono segnati anniversari, compleanni e altre date importanti.
Alcuni lo celebrano come giorno delle candele e danno e ricevono candele decorative.
14 febbraio: San Valentino
Come in Giappone, in Corea e negli altri paesi asiatici solo le donne fanno regali agli uomini in questo giorno.
14 marzo: White day
Alcuni dicono che l’uomo debba restituire 3 volte il valore di ciò che ha ricevuto a San Valentino dalla donna.
Il dono più comune sono dolci e caramelle; il colore dominante per i regalini è ovviamente il bianco.
14 aprile: Black day
Il giorno dei single, che a febbraio e a marzo non hanno avuto fortuna. Per tradizione i single mangiano dei noodle neri chiamati jjajangmyeon.
Questa festa è ritenuta deprimente ma molti la considerano un’occasione per celebrare l’indipendenza, e si ritrovano a festeggiare in gruppi di single, magari vestiti tutti di nero.
14 maggio: Yellow day / Giorno delle rose
In questo giorno le coppie si vestono di giallo e si regalano rose.
I single si mangiano il curry.
14 giugno: Kiss day
Giorno in cui ovviamente ci si bacia. Può essere sfruttato per dichiararsi. Le aziende per l’occasione fanno soldi vendendo gadget come il profumatore per l’alito alla menta.
14 luglio: Silver day
Le coppie si scambiano anelli o altri oggetti d’argento, fanno piani di matrimonio nel futuro prossimo o lontano, e si presentano ai genitori.
14 agosto: Green day
Non c’entra niente la band. Le coppie bevono soju (bevanda alcolica venduta in bottiglie verdi) e vanno a fare una passeggiata in natura. I single si consolano bevendo soju.
14 settembre: Photo day / Music day
Le coppie si fanno le foto in studio o nelle cabine da foto. Per cantare si prenotano le stanze da karaoke (noraebang).
14 ottobre: Wine day
Giorno in cui, con l’occasione di bere un bicchiere o una bottiglia di vino, le coppie si concedono una cenetta romantica.
I single, manco a dirlo, bevono vino per consolarsi.
11 novembre: Pepero day
Giorno intruso ma che comunque ha a che fare con questo genere di feste. I Pepero sono i biscotti lunghi e sottili ricoperti di cioccolato (in Italia li conosciamo come Mikado): la loro forma ricorda i numeri della data 11/11. In questo giorno la gente si scambia i Pepero. Ho letto che nacque una decina d’anni fa quando delle ragazzine si scambiarono i Pepero come augurio di crescere alte e magre. XD
14 novembre: Movie day
Le coppie vanno al cinema, guardano un film a casa, affittano una saletta da film (DVD Bang), si regalano dvd.
14 dicembre: Hug day
Le coppie passano la giornata abbracciate per difendersi dal freddo.

Insomma, come potete vedere c’è sempre un modo sconosciuto di celebrare lo stare insieme e c’è sempre una scusa valida per festeggiare in ogni momento dell’anno.

Vi auguro di passare un ottimo sabato e vi consiglio di leggere questo interessante articolo con 8 consigli per serate anti-Valentino.

E se non ci tenete affatto a celebrare questa festa insulsa, consolatevi pensando che tra un mese sarà il Giorno del Pi greco (quest’anno preciso fino alla quarta cifra decimale 3.1415)! 😉

Precedente Il delfino in bicicletta: tutte le info Successivo La Domenica delle palme

Lascia un commento

*